W. B. Yeats

 

Particolare rilievo è stato attribuito agli studi di Enrico Reggiani su William Butler Yeats, del quale è stato di recente definito in ambito accademico “uno dei massimi esperti italiani”: di un suo volume yeatsiano del 2010 è stato scritto che

“it is appropriate to consider Reggiani’s book as a point of arrival in the history of the reception of Yeats in Italy. The parabola has reached its highest point”

(F. Fantaccini, in Jochum ed., The Reception of Yeats in Europe, 2013, 2nd ed., p. 117).

A breve farà confluire i numerosi contributi che ha presentato in sede nalogo irish club - 2a versionezionale e internazionale durante l’anno yeatsiano 2015 nella monografia A tone-deaf poet in the Land of Song. Textual soundscapes in W.B.Yeats, ormai in via di completamento.

I post dedicati a W. B. Yeats in questo blog possono essere letti cliccando su questo link.

Se volete sapere di più sull’Irish Club (che è stato ospitato in passato presso il Bistrò del Tempo Ritrovato e presso Fnac), seguite questo link.

N.B. Il simbolo dell’Irish Club è stato creato dai grafici di Educatt

dunque, © Riproduzione riservata.

 

 

9 thoughts on “W. B. Yeats

  1. Ciao

    sono Nicola Manuppelli e lavoro per la casa editrice Mattioli
    ho appena tradotto e curato gli articoli di viaggio di John Synge nel Wicklow e nel West Kerry (usciranno il 4 marzo)
    mi piacerebbe molto poter organizzare delle presentazioni, che poi fossero punti di partenza per parlare anche della cultura irlandese (da anni lavoro a una biografia di Yeats – anche se quella di Forster è quasi insuperabile)
    mi piacerebbe poter organizzare qualcosa con voi e in ogni caso sentirvi 8dove posso reperire una vostra mail?)
    sono anche io di Milano
    grazie
    Nicola Manuppelli
    3383064286

  2. ora che ho finito col dare lezione di italiano ai miei british students, posso finalmente spostarmi di tavolino..Ho un bellissimo ricordo del Prof Reggiani che all’università mi ha trasmesso l’amore per la letteratura inglese e soprattutto per Shakespeare. Ma quella irlandese mi manca…
    a presto
    Lisa

  3. Salve a tutti e bentornati dalle vacenze estive!!
    Ho notato che non è ancora stato definito il titolo della prossima opera che verrà presa in analisi nel primo incoontro dell’Irish Club che si terrà alla FNAC, volevo sapere se qualcuno ha indiscrezioni sul titolo per poter iniziare ad acquistarlo e leggerlo con più calma, data la mia situazione complessa con gli esami a settembre.
    Grazie mille a tutti quanti,
    Emanuele

  4. Volevo chiedere un informazione?il 29 nov 2010 c’è l’ultimo incontro con il proff. Reggiani al fnac di via Torino a MI? Mi confermate gentilmente se c’è o è stato annullato???grazie

    • cara Leda, l’incontro è rinviato a gennaio (come indicato in questa PAGE) per necessità logistiche di FNAC. Altre iniziative sono reperibili nelle altre PAGEs di fianco a questa. Grazie per l’interesse e a presto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s