The “Swedish thing”. Quale letteratura premia il Nobel per la Letteratura?

[orig.: Enrico Reggiani, “The ‘Swedish thing’, ovvero quale letteratura premia scheduleil Nobel per la Letteratura?”, Nuova Secondaria, anno XXV, 8, 15 aprile 2008, pp. 69-72]

Quale “letteratura” premia il Nobel per la Letteratura, ovvero, come lo definì “quietly” Ernest Hemingway, “the Swedish thing”? Secondo quante e quali differenti prospettive potrebbe essere interpretato ed elaborato questo quesito nella cornice delle attività didattiche? Potrebbe contribuire ad orientare i vari percorsi formativi proponibili intorno all’onnicomprensivo (e non di rado concettualmente sfumato) oggetto/termine “letteratura”, ancorandone il profilo a un’esperienza reale proposta dalla cultura contemporanea ed il significato a una definizione adeguata, scientificamente attendibile ed insegnabile, magari la prima di un più ampio e duttile glossario di termini essenziali della scienza letteraria alias scienza della letteratura?

Provino lettrici e lettori di questo sintetico contributo a rispondere al quesito introduttivo, innanzitutto sospendendo lo scetticismo sull’effettiva necessità di una risposta, che porta forse a ritenere quest’ultima superflua ed ininfluente rispettosegretaria
all’operosa quotidianità dell’attività didattica delle nostre scuole secondarie di secondo grado. Trattasi, infatti, di scetticismo probabilmente diffuso ma  discutibile, se si pensi alle potenziali ricadute di ogni Nobel per la Letteratura, ad esempio, sulla didattica della letteratura (e sulla sua attitudine a rappresentare le più diverse dimensioni dell’interconnessione tra comunicazione linguistica e fenomeni culturali), sulle antologie e le storie letterarie destinate alla ex-scuola superiore, sulla programmazione a fini didattici di iniziative interdisciplinari e di conferenze, sulla pubblicistica di carattere giornalistico che accompagna ogni premiazione e sul suo impiego in classe, tanto per citare solo alcune delle sue più immediate modalità di fruizione (interdisciplinare)…

Oppure, comunque, provino lettrici e lettori, a rispondere accantonando per il momento un’obiezione (culturalmente legittima, anzi sacrosanta) al complessivo orientamento (antropologico, epistemologico, ecc.) dell’Accademia di Svezia nei confronti del rapporto tra letteratura e matrici religiosoculturali: un ishiguroorientamento che, dall’anno di istituzione del Premio (1901), è venuto evolvendosi secondo un riconoscibile pregiudizio anticattolico, tuttora riscontrabile, benché oggi per ragioni sempre meno esplicitamente riferibili alle storiche radici luterane della prestigiosa istituzione di Stoccolma, fondata nel 1786 da Re Gustavo III di Svezia (1746-1792). O, infine, provino lettrici e lettori a rispondere senza estendere – per ora – al Nobel la condivisibile geremiade che, sempre più di frequente, anche di questi tempi, censura l’affievolirsi dell’autorevolezza dei numerosi premi letterari dispersi per l’Italico Stivale, fa gridare agli scandali di “Premiopoli” ed innesca l’immancabile “litigio da terza pagina” tra recensori delle più varie estrazioni.

E se lettrici e lettori avranno deciso di scansare quella (o quelle) tra le tentazioni al “disimpegno” testé suggerite a cui si sentono più esposti, potranno ora far fronte al compito di articolare una risposta al quesito iniziale, magari completandone
la fase istruttoria in classe, essendo auspicabile che tale risposta possa assumere valore formativo e di stimolo nei confronti dell’agognata capacità di discernimento critico che i discenti dovrebbero consolidare nella cornice delle quattro (o più) mura scolastiche (rispetto a quanto già/anche acquisito altrove…).

announcement

Dunque, se “quale ‘letteratura’ premia il Nobel per la Letteratura?” è almeno in parte come chiedersi quale “biblioteca ideale” viene costituendosi grazie ad esso ormai non più soltanto negli orizzonti della cultura occidentale, e delle varie culture nazionali che ne fanno parte” ma anche sulla scena della globalizzazione culturale e letteraria,… [il resto dell’articolo è reperibile cliccando qui].

© Riproduzione riservata

nobel-prize-1976-2017

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s