Reflections on St Patrick’s Day

Prof. Enrico Reggiani (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

Sono numerosi i simboli che circondano la straordinaria figura di Saint Patrick e che ne logo irish club - 2a versionehanno sempre rappresentato la vita e la predicazione, acquistando particolare rilevanza soprattutto nella ricorrenza del 17 marzo, in occasione della festa del Santo Patrono d’Irlanda. Due di quei simboli, però, meritano questa breve noticina e qualche attenzione in più dal punto di vista culturale, perché, in certo qual senso, essi potrebbero offrire qualche utile elemento per comprendere  la totalità dell’esperienza dell’Isola Verde, proprio a partire dalle sue più lontane radici.

tombstone_celtic_cross

Il primo simbolo è la croce celtica (Celtic cross) – per un verso, tristemente famosa per le tragiche nefandezze della follia sanguinaria che se ne appropriò durante i periodi più bui del ventesimo secolo e che, talora, si rimanifesta in improbabili epigoni caricaturali riprovando a strumentalizzarla. Per altro verso, però, è proprio nella croce celtica che la cultura popolare irlandese di matrice cattolica intravede una prima “intuizione culturale” che ispirò l’azione della Voice of the Irish. Questa – breviter – una versione della leggenda: mentre fa visita a una serie di persone che di lì a poco si convertiranno al Cristianesimo, a Patrizio viene mostrata una roccia che reca un cerchio sacro secondo la tradizione pagana dell’isola (immagine materiale del potere della luna o del sole); il Santo fa il segno della croce attraverso il cerchio, dando vita alla prima Celtic Cross. Molti i possibili significati culturali di questo gesto. Eccone alcuni: secondo l’insegnamento del Santo, nulla va perduto e, dunque, anche gli antichi simboli druidici vengono assunti nella “nuova vita” che con la sua predicazione si avvia; non di colonizzazione si tratta, ma di una nuova fase dell’esperienza d’Irlanda, segnata dall’apparire sul terreno dell’isola di nuovi segni della presenza del Divino, concepiti dall’intelligenza dell’uomo e dall’opera delle sue mani; infine – ed è forse il suggerimento ermeneutico più ardito e complesso – nella sua direzionalità centrifuga rispetto alla Terra, la Celtic cross cristiana, inoltre, inserisce nella cornice del suo modello concettuale tipicamente lineare il più remoto contributo antropologico della circolarità pagana (visibile ad esempio Newgrange in Irlanda e Stonehenge in Inghilterra).

shamrock & Holy Trinity   Il secondo simbolo è lo shamrock (comunemente tradotto in italiano come “trifoglio”). Talmente irlandese da far sì che l’Irlanda sia denominata anche The Shamrock Isle. Talmente condiviso da divenire emblema dell’aspirazione nazionale e nazionalistica all’unità geografica, sociale, politica della Shamrock Isle. Talmente antico – si dice – da essere impiegato dai Druidi per cacciare gli spiriti maligni. Anche San Patrizio, secondo la leggenda, caccerà i serpenti (simboli del male) dall’Irlanda e, per spiegare il Mistero della Trinità agli isolani, ricorrerà proprio alle tre foglioline dello shamrock, fedele una volta ancora al modello culturale sopra suggerito come ispiratore della Celtic cross. Rispetto a quest’ultima, lo shamrock è, però, simbolo naturale, prodotto dalla terra e in quest’ultima saldamente innestato; è simbolo unitario e triadico rispetto all’intuizione binaria di quella; è infine – per riprendere l’ultima e temeraria suggestione ermeneutica sulla Celtic cross di cui si diceva – espressione di una “direzionalità centripeta” verso la Terra in quanto vi radica il Mistero Trinitario, centrale nella fede e nella vita cristiana: quest’ultimo – sembra dire la leggenda – non perso tra le galassie e gli astri, ma concretamente seminato sulla strada dell’esperienza quotidiana.

tara_saint_patrick_dawn

Non casualmente intorno alla figura di Saint Patrick coesistono entrambi i simboli di cui qui si è brevemente detto, nulla escludendo, ma – al contrario – alla ricerca della più ampia rappresentazione possibile della totalità dell’esperienza umana nella sua ricchissima declinazione irlandese.

© Riproduzione riservata

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s