Un nuovo Macbeth, una nuova “walking shadow”?

Silvia Sorrentino (studentessa del corso di Lingua e Letteratura Inglese 2, tenuto dal Prof. Enrico Reggiani, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, a.a. 2015-16)logo play the critic

© Riproduzione riservata

Il 2016 è iniziato con un grande classico shakespeariano al cinema: Macbeth, diretto da Justin Kurzel. Sullo schermo nomi conosciuti dal pubblico, come Michael Fassbender che abbiamo visto, tra gli altri, in 12 anni schiavo, e che vedremo in questi giorni in Steve Jobs (film per cui riceve la nomination al Premio Oscar 2016 come miglior attore protagonista) e una francese Lady Macbeth interpretata da Marillion Cotillard (Big Fish, Il cavaliere oscuro, Nemico Pubblico). I due attori hanno conquistato la scena con la loro performance drammatica e particolarmente teatrale, che ha colpito i conoscitori della tragedia e coinvolto i nuovi macbeth 1spettatori. L’ambizione, fulcro della storia, brillava particolarmente negli occhi di Lady Macbeth, ostinata e passionale, mentre Macbeth si è concentrato maggiormente sul contrasto tra il dolore e la confusione interiori e una maschera di potere esteriore.

Vere protagonista del film, però, a detta di molti, sono state le scelte scenografiche. Sui colori freddi degli interni del castello, contrastano i colori caldi dei paesaggi: albe, tramonti e campi di battaglie insanguinati. A fare da sfondo alla tragedia, infatti, è stato scelto il paesaggio scozzese nella sua natura incontaminata e poco urbanizzata. Tra le tante location spiccano l’isola di Skye nella penisola di Trotternish, l’area del Surrey di Hankley Common e il Castello di Bamburgh nel Northumberland (sfondo del film Elizabeth). Il film, quindi, si staglia sulla scena cinematografica come uno dei più suggestivi del momento, sia a livello visivo che emotivo, cercando di impressionare lo spettatore e allo stesso tempo di offrirgli uno spaccato più verosimile possibile dello vicenda antica.

Siete d’accordo? Avete altri spunti da proporre? Altre interpretazioni da suggerire, sulla totalità del film o su alcuni dei suoi dettagli più significativi? Attendiamo i vostri commenti.four_macbeths-xlarge

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s