Inaspettato eminente Newman. Strachey e i Vittoriani da ricordare

Enrico Reggiani (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano)

L’Osservatore Romano, a. 151, n. 205, mercoledì 7 settembre 2011, p. 5

“Gli esseri umani sono troppo importanti: non possono essere trattati come meri sintomi del passato» – dunque non semplici «indizi» (come recita una recente traduzione di un’opera che ci accingiamo a proporre ai lettori), ma proprio symptoms, si potrebbe chiosare, per suggerire che c’è, invece, chi potrebbe considerarli una sorta di residuo patologico dei tempi andati. Gli esseri umani «hanno un valore che non dipende da un processo temporale qualsiasi: il loro è un valore eterno e deve essere percepito per se stesso».

   Con questi criteri antropologici, di rara evidenza e trasparenza, un intellettuale londinese decise di impegnarsi nell’arte difficile e controversa della scrittura biografica tra Ottocento e Novecento e di applicarla al periodo in cui egli era nato e che da poco più di un decennio aveva chiuso i suoi prestigiosi battenti: l’epoca vittoriana.

   I principi teorico-pratici di quel suo impegno letterario ne lasciano facilmente intravedere ancora oggi sia i l carattere innovativo, sia le ragioni del grande successo che critica e pubblico gli tributarono: «non è grazie al metodo diretto di una narrazione scrupolosa che l’esploratore del passato può sperare di descrivere quell’epoca eccezionale. Se è saggio, adotterà una strategia più sottile. Attaccherà il suo soggetto su fronti inaspettati, si getterà sul fianco, o sul retro; illuminerà con un improvviso fascio di luce rivelatore i recessi più bui, fino a quel momento sconosciuti».

   L’intellettuale vittoriano londinese è Lytton Strachey (1880-1932) e il celebrato frutto della sua scrittura biografica di cui si diceva è, ovviamente, Eminenti Vittoriani (1918), di cui è stata da poco pubblicata un’edizione a cura di Beppe Benvenuto e con la traduzione di Barbara Mirò (Milano, Mursia, 2011, pagine 294, euro 18).

   Nato in una famiglia della upper-middle-class, Strachey… [il resto dell’articolo è reperibile in questo pdf scaricabile. © Riproduzione riservata].

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s