Satira e politica ai tempi di Giorgio IV: Thomas Moore

Enrico Reggiani (Università Cattolica del Sacro Cuore)

“Satira e politica ai tempi di Giorgio IV. Le odi anonime pubblicate da Thomas Moore su The Times Journal in difesa del Roman Catholic Relief Act”, L’Osservatore Romano, domenica 30 gennaio 2011, p. 4

Il 24 marzo 1829 prese avvio una nuova fase nell’esperienza dei cattolici tra Inghilterra ed Irlanda: quel giorno, infatti, il Parlamento del Regno Unito approvò il Roman Catholic Relief Act 1829, che ricevette la cosiddetta “sanzione sovrana” (Royal Assent) il 13 aprile dello stesso anno. Grazie all’instancabile attività dell’avvocato e uomo politico irlandese Daniel O’Connell (1775-1847), con tale legge (act) giungeva a compimento il lungo e faticoso percorso di “liberazione” (relief) di coloro che, in quelle due composite e prestigiose comunità insulari, si riconoscevano nella Chiesa Cattolica Romana. E, negli anni a venire, la loro (graduale) “liberazione” in ambito religioso, sociale, istituzionale e politico sarà accompagnata dalla “liberazione” di altrettante energie di natura culturale, letteraria e artistica che mai avevano cessato di far sentire la loro voce con coraggio e fantasia: energie, queste, che produssero frutti straordinari nonostante le limitazioni imposte per legge alla libertà dei cattolici, con l’inevitabile corredo di persecuzioni attuate dagli interpreti più rigidi di quei provvedimenti legislativi e di malversazioni consentite dagli arzigogoli di normative in apparenza a loro meno sfavorevoli. Per queste ragioni, per tradurre la denominazione della legge approvata nel 1829, parrebbe più immediato ed efficace rendere con “liberazione” l’inglese relief (che in ambito giuridico condivideva tale significato con release), preferendolo al più abituale (ma forse meno esplicito) “emancipazione” (emancipation), da subito impiegato non solo nel dibattito pubblico inglese, ma anche in Italia – tra gli altri, da La Civiltà Cattolica nella versione italiana dell’Appello alla Ragione e al Retto Sentire del Popolo Inglese intorno alla Gerarchia Cattolica d’Inghilterra di Sua Eminenza il Card. Wiseman (1850).

   L’obiettivo della “liberazione” dei cattolici inglesi ed irlandesi ebbe avversari illustri tra i protagonisti della cultura di lingua inglese: la contrastarono in vario modo esponenti prestigiosi dell’intellighenzia letteraria coeva quali, ad esempio, William Wordsworth (1770-1850), Samuel Taylor Coleridge (1772-1834) e Robert Southey (1774-1843). Tuttavia, al tempo stesso, non mancarono voci a favore degli sforzi di O’Connell provenienti dalle enclave intellettuali, più o meno riconosciute o autoreferenziali. Una di tali voci, anonima, risuonò tra il 1826 ed il 1828 sulle pagine de The Times Journal, il paludato quotidiano fondato nel 1785 dall’imprenditore (diremmo oggi) londinese John Walter (1738/9- 1812) e diretto dal 1817 al 1841 da Thomas Barnes (1785-1841): costui era, secondo il giurista ed esponente tory Lord Lyndhurst (1772-1863), “l’uomo più potente del paese” e, dopo un viaggio in Irlanda, schierò le colonne del suo giornale al fianco del primo ministro del tempo, Lord Wellington (1769-1852), verso gli obiettivi (forse opportunisticamente whig) del miglioramento della grave situazione irlandese e della Catholic Emancipation.

   Alla penna anonima di cui si diceva Barnes chiese di pubblicare con regolarità una serie di testi poetici dalla spiccata vena satirica ai quali venne tributato l’onore della prima pagina. Non è difficile interpretare tale scelta del direttore de The Times Journal come esito di un’intenzione giornalistica analoga a quella che oggi collocherebbe nello stesso spazio una vignetta satirica. … [il resto dell’articolo è reperibile in questo pdf scaricabile. © Riproduzione riservata].

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s